Settembre è un mese di ripartenza. Del resto corrisponde alla ripresa dell’anno scolastico e al rientro dalle vacanze (si spera ristoratrici) ed è quindi visto come periodo ottimo per avviare progetti e fare cambiamenti. Quanto e più di gennaio, settembre è un mese di buoni propositi. Allora ben tornata o ben tornato, ripartiamo!

Abbiamo parlato qui di quanto e per quali motivi sia importante gestire le proprie finanze. Se tra i tuoi buoni propositi per questo settembre c’è anche quello di aggiustare il tuo conto in banca, continua a leggere, che vediamo come fare.

Iniziare a gestire seriamente la finanza personale può sembrare un’operazione monumentale, ma è possibile creare uno schema, una serie di passi da compiere uno dopo l’altro e che vedremo insieme: ti accorgerai che spezzettare questo percorso in piccole tappe lo renderà più che sostenibile. Oggi iniziamo a vedere quali sono queste tappe, cioè scorriamo i macro passaggi che andranno seguiti e che nei prossimi post vedremo in modo sempre più dettagliato.

 

  1. STABILISCI IL TUO PERCHÉ

finanza personale

Vuoi comprare casa? Fare un viaggio? Cambiare auto? Smettere di vivere in attesa del prossimo stipendio?

Come per qualsiasi progetto in cui si hanno intenzioni serie, anche in questo caso serve stabilire obiettivi chiari. Perché vuoi imparare a gestire il tuo denaro e la finanza personale? Perché vuoi essere più cosciente e in controllo delle tue spese? Cosa ti muove? Dove vuoi arrivare? È da qui che dobbiamo iniziare e questa non è una faccenda in cui improvvisare. Del resto hai improvvisato fino ad ora e se sei qui probabilmente non ha funzionato granché…

Avere una visione è importante. Ti suggerisco di mettere per iscritto i tuoi obiettivi, che sia su carta o in formato digitale non fa differenza, ma è importante mettere tutto nero su bianco per non perdere concentrazione e visione. Nel tempo imparerai anche a dettagliare sempre più la meta che vuoi raggiungere.

 

  1. TIENI TRACCIA DI ENTRATE E USCITE

Probabilmente riterrai che non sia il tuo caso, ma spesso le persone non ricordano con precisione nemmeno quali siano le proprie uscite fisse mensili. Non parliamo poi delle spese impreviste o di quelle che variano di mese in mese!

La comprensione di come risolvere il problema del denaro che sparisce misteriosamente passa attraverso la consapevolezza. La cosa migliore da fare quindi è la seguente: scrivi ogni centesimo che guadagni e ogni centesimo che spendi. Ci sono molti modi diversi per farlo, adatti sia ai tipi “analogici” che a quelli “digitali”.

Questa attività quotidiana è fondamentale e imprescindibile, è la rampa di lancio verso un futuro diverso e che presumo desideri, visto che sei qui.hannah olinger 8eSrC43qdro unsplash

So che hai già delle domande. Ecco alcune risposte in anticipo:

No, non è una cosa da maniaci.

No, non porta via tanto tempo.

No, non devi essere un commercialista per prenderci la mano.

Si, è meglio se conservi gli scontrini finchè non avrai registrato la spesa.

Si, quando ti sarai abituato ti sentirai un supereroe.

Si, quel che comprenderai dopo tre mesi di questo lavoro sarà sorprendente e probabilmente cambierà la tua vita.

 

  1. CREA UN BILANCIO PERSONALE O FAMILIARE

L’avventura della tenuta delle spese ti consente di dividere le tue entrate e le tue uscite in categorie e comprendere a colpo d’occhio in quali aree di spesa finisce lacarlos muza hpjSkU2UYSU unsplash maggior parte dei tuoi soldi. Siamo di nuovo ad un momento di epifania, in cui diventi più consapevole di cosa fai e come lo fai.

A questo punto sei in grado di iniziare a ripartire in modo nuovo le spese – per esempio eseguendo tagli e stabilendo limiti di spesa – o creare nuove categorie – per esempio un fondo per le emergenze, le vacanze o qualsiasi altro bisogno. Questa è la parte più articolata e complessa del processo, ma ci sono così tante modalità di affrontarla che sicuramente ne esiste una che è perfetta per te. Non ti preoccupare, a questo punto del viaggio l’esperienza maturata percorrendo le tappe e tutti i miglioramenti che avrai già spontaneamente apportato alla gestione dei tuoi soldi ti avranno regalato lucidità e abilità di gestione. In ogni caso parleremo a lungo anche della creazione del bilancio.

 

  1. FAI AGGIUSTAMENTI

Ora sei in ballo da un po’, ma è facile che lungo il percorso ci siano stati errori di valutazione o si siano verificati cambiamenti nella tua vita o nella tua famiglia, o ancora è possibile che la tua abilità e consapevolezza siano aumentate a dismisura e tu abbia del denaro in più. In questi casi devi rivedere le tue categorie di spesa e sistemarle perché si adeguino alla nuova situazione. Una revisione periodica, in ogni caso, è più che consigliata perché le cose cambiano anche quando non sembra che lo facciano.

 

Per fare tutto questo lavoro servono almeno un buon motivo, buone intenzioni e volontà di osservare. In termini di tempo ed energia invece, nonostante le apparenze non è necessario spendere molto. E ricorda che questi sono tempo ed energie investiti in modo saggio e proficuo. La soddisfazione è potenzialmente infinita, ne vale la pena. Se stai leggendo queste parole quaggiù in fondo al post, sono certa che la tua motivazione a gestire correttamente e in modo costruttivo la tua finanza personale sia forte e voglio dirti che in questo caso hai già tutto ciò che serve.

Nel prossimo articolo parleremo di alcuni strumenti che puoi utilizzare per tenere traccia di tutte le tue spese. In ogni caso, se non vuoi aspettare, prendi ora carta e penna e comincia a scrivere! E se hai domande o suggerimenti, come sempre ti invito a commentare qui o sotto o a scrivermi direttamente.

Ti aspetto anche sul podcast!