Pianificare un menu settimanale in anticipo per te e la tua famiglia è un’abitudine intelligente e vantaggiosa. Ma per quali motivi molte persone adottano questa tecnica? Vediamo insieme quali sono i vantaggi  e capiamo come fare per renderli anche nostri.

Il menu settimanale è uno strumento che ha numerosissimi estimatori, i quali lo utilizzano con grande soddisfazione. Alcune persone invece lo vedono come una pratica un po’ rigida e noiosa, se non complicata da realizzare.

Personalmente ho avuto le mie resistenze iniziali, ma quando ho provato a introdurre la pianificazione del menu settimanale come abitudine i miei dubbi sono crollati. Oggi ti racconto la mia opinione, basata sulla mia esperienza personale.

menu settimanale spesa

A CHI È ADATTO IL MENU SETTIMANALE

Non ho dubbi, il menu settimanale è adatto a tutti. In particolare risponde perfettamente alle esigenze di chi ha poco tempo, di chi vuole o deve seguire un certo regime alimentare ed è perfetto sia per chi ama cucinare, sia per lo ama un po’ meno, come me!

CHI HA POCO TEMPO: probabilmente se esci dal lavoro verso le 18 e dopo sbrighi anche qualche commissione, quando rientri a casa è decisamente ora di iniziare a preparare. I 10/15 minuti che ti servono per capire cosa hai in casa e cosa puoi mettere in tavola per cena possono aggiungere quel simpatico mini carico di stress ad una giornata lunga e impegnativa, di cui non hai certo bisogno. Sapere già cosa cucinare o addirittura averlo già pronto in frigo risolve il problema.

CHI SEGUE UN PARTICOLARE REGIME ALIMENTARE: che si tratti di piani di dimagrimento o intolleranze, si rendono necessarie regole poco flessibili e una certa attenzione a ciò che si porta in tavola. La pianificazione  può aiutare a non commettere errori o a non accontentarsi di pasti poco vari, poco pensati o poco gustosi.

CHI BUTTA VIA IL CIBO: eccomi! Pur facendo la lista della spesa, non è detto che le quantità acquistate siano indovinate. Se hai la tendenza a tenere scorte o se ti piace vedere il frigorifero pieno, probabilmente ti succede spesso di trovarti con dei prodotti scaduti che vanno buttati. Per alcuni questo si configura come sacrilegio! Obiettivamente, comunque, lo sappiamo che non va benissimo… Pianificare con criterio il menu settimanale e fare la spesa sulla base di quanto pianificato salva i cibi vicini alla scadenza, ti costringe a tenere maggiormente sotto controllo le quantità di cibo che acquisti e quindi ti fa risparmiare tempo e soldi.

CHI NON SA IMPROVVISARE IN CUCINA: se, come è per me, la cucina non è esattamente l’area in cui dai il tuo meglio, probabilmente rischi una certa ripetitività in ciò che servi in tavola, oppure ti affidi spesso a piatti già preparati (poco sani e costosi). Pianificare in anticipo il tuo menu settimanale aggiunge sicuramente più opzioni alla tua dieta rendendola più varia, ti fa risparmiare e mangiare meglio.

menu settimanale verdure

COME ORGANIZZARE UN MENU SETTIMANALE

  • Scegli un momento della settimana in cui sederti e pensare alla settimana che verrà. Per molti questo giorno è la domenica.
  • Considera gli impegni della settimana (uscite, rientri in ora tarda, commissioni varie). Puoi preparare ogni piatto al momento oppure in anticipo, dedicando qualche ora a questa procedura senza pensarci più per una settimana intera e dando sfogo alla tua passione per la cucina. In questo caso sfrutterai ampiamente frigorifero e congelatore.
  • Controlla ciò che hai già in frigorifero e in dispensa e tieni conto delle scadenze dei prodotti.
  • Scegli i piatti da cucinare nei vari pasti in base alle tue esigenze.
  • Prepara una lista della spesa basata sul tuo menu.

ALCUNI CONSIGLI:

  1. Per facilitarti utilizza lo stesso alimento per più di una preparazione (se per esempio opti per i carciofi ripieni, inserisci in menu anche un primo con sugo ai carciofi).
  2. Sfrutta tutte le parti degli alimenti (ad esempio usa gli scarti del pesce per fare un fumetto o le parti coriacee delle verdure per condire la pasta). Puoi farti un’idea di ciò che intendo attraverso l’opera di Lisa Casali o la cucina circolare di Igles Corelli.
  3. Se tieni particolarmente ad essere in grado di affrontare qualsiasi evenienza come ospiti improvvisi o particolari voglie da soddisfare al volo, fai in modo di conservare in dispensa o in congelatore il necessario. Nel caso in cui questi alimenti non vengano utilizzati a breve, li inserirai in una pianificazione settimanale e li sostituirai con alimenti più freschi.
  4. Mano a mano ti verranno in mente un sacco di ricette e combinazioni da sfruttare. Organizzale in un quaderno o raccoglitore seguendo le indicazioni che ti ho suggerito nell’articolo sulle liste!
  5. Pianifica un pasto in meno piuttosto che uno in più, o comunque prevedine almeno uno basato su alimenti secchi o surgelati. Ti risparmierai cibo di troppo in caso di uscite a cena improvvisate.

menu settimanale dolcetti

ORGANIZZARE IL MENU SETTIMANALE – I VANTAGGI

Lungo l’articolo ne sono già emersi parecchi, ma facciamo un riassunto stringatissimo dei vantaggi derivanti dal menu settimanale:

  • L’alimentazione è sotto controllo
  • Gli sprechi di cibo si riducono enormemente
  • La lista della spesa alimentare si fa da sola
  • Risparmi tempo e denaro
  • Ti liberi da uno stress quotidiano

ORGANIZZARE IL MENU SETTIMANALE – GLI SVANTAGGI

No, niente, per quanto io mi sforzi non me ne viene in mente neanche uno.

 

Per quanto mi riguarda, insomma, il menu settimanale ha il suo bel perché dai due punti di vista che mi riguardano più da vicino, vale a dire l’organizzazione domestica e il controllo delle spese. Tu cosa ne pensi?

Aspetto come sempre i tuoi commenti e le tue domande. Seguimi su Instagram e su Facebook, così da lasciarmi i tuoi suggerimenti e non perderti i prossimi articoli.

A presto!